Da Lourdes a Santiago: gli irriducibili della Vacamora non si stancano mai…, di G. Dal Santo


 

Dopo sei edizioni in provincia e parzialmente sulle strade bianche liberate dalle rotaie dei treni a vapore, la cicloturistica vicentina Vacamora ci ha preso gusto ad organizzare scorribande fuori dai confini nazionali. In primavera ha radunato una trentina di ciclisti per andare a pedalare sulle strade del Giro delle Fiandre e della Paris-Roubaix in un memorabile fine settimana di aprile riassunto in un DVD. Non solo per Italiani ma pure con Spagnoli, Danesi, Inglesi, Olandesi. Lo scopo era effettivamente quello di sensibilizzare i ciclisti esteri per fare conoscere il GIDE - Giro d’Italia d’Epoca.
Pochi mesi dopo in pieno luglio, ecco ancora sei affezionati della Vacamora che organizzano l’assalto ai Pirenei e le celebri cime del Tour : in due giorni cavalcano la storia del grande Ciclismo salendo sul Tourmalet, il Soulor e l’Aubisque. Raccolgono i primi frutti internazionali perché i 2 Spagnoli di Fiandre e Roubaix si uniscono a loro sin dai primi chilometri di Lourdes fino a Pamplona. Palato fine per questi otto ciclisti vintage che osano sfidare quelle montagne sacre con il 42! Gli Italiani vestono tutti una maglia tricolore di lana dove campeggia la scritta ricamata “Lourdes-Santiago A.D 2015” dove A.D. sta per anno domini, anno del Signore. In altri 7 giorni proseguono da St Jean Pied de Port fino a raggiungere Santiago de Compostela pedalando l’intero Cammino in una epica cavalcata. Episodi e aneddoti stuzzichevoli hanno animato il viaggio che si è svolto senza pioggia, senza cadute e senza forature. Ma con tanto sport e allegria per più di 1100 chilometri e superando oltre quindicimila metri di dislivello attivo di cui la metà nelle prime tre giornate.
Il viaggio è riuscito tanto bene che i responsabili pensano ad una raccolta di appunti giorno per giorno, in pratica una piccola guida, da vestire graficamente con le più rappresentative delle centinaia di foto scattate per amici e simpatizzanti. E per il 2016 sta già bollendo qualcosa in pentola, dove per alcuni il sogno non si spinge così eroicamente.
 
Gaetano Dal Santo







 

Aggiungi commento

Se non hai fatto il login, per la pubblicazione dovrai aspettare l'intervento dell'amministratore del sito.


Codice di sicurezza
Aggiorna