Il libro: Girardengo. Il campionissimo

Girardengo
Paolo Bottiroli, Girardengo. Il campionissimo, Italica Edizioni 201, pp. 160, euro 12.

Costante Girardengo da Novi Ligure, il primo "Campionissimo" dell'Italia ciclistica, fu in vita un idolo delle folle e, a un secolo dalle sue imprese, è considerato uno dei più grandi ciclisti di sempre. Fu un asso dei pedali, capace di lasciarsi alle spalle fame e miseria vincendo per due volte il Giro e ben sei la Milano-Sanremo, ma soprattutto fu un idolo capace di infiammare i giovani: spinse in sella con le sue imprese un'intera generazione, non ultimo il suo giovane conterraneo e tifoso Fausto Coppi, destinato a ereditarne la gloria e il superlativo soprannome. Oggi il ricordo di Girardengo resta circondato da un'aura di leggenda, nella quale hanno spazio tanto le rivalità (con Binda e con i francesi), quanto la presunta amicizia col bandito Sante Pollastri, cantata da Francesco De Gregori e ripresa da una fiction televisiva.