In libreria: L'Italia in bicicletta

Giovannino Guareschi, L'Italia in bicicletta. Disegni, vignette, reportage di un sognatore su due ruote raccontati da Marco AlbinoFerrari, Excelsior, 2012, pp. 141, euro 22,50

Giovanni Guareschi (1908-1968) è noto come scrittore e giornalista, caricaturista e umorista (i suoi personaggi più famosi sono Peppone e Don Camillo, cui è ispirata la fortunata serie di film con Fernandel e Gino Cervi). Pochi sanno, però, che è stato anche un appassionato ciclista. Con la sua cara Dei, oggi esposta al Museo di Roncole Verdi, fece diversi viaggi, attraversando la Bassa, i laghi del Nord, le Dolomiti.
Questo libro - composto da disegni, vignette, cronache - testimonia il vero e proprio amore di Guareschi per la bici. Il libro è curato e commentato da Marco Albino Ferrari, appassionato conoscitore del mondo della bicicletta, autore di diversi libri e oggi direttore di "Meridiani Montagne" dell'Editoriale Domus.

 Da pagina 8:
"Dio mi faccia torto se io so di storia più di un cavallo da tiro, ma di una cosa sono ben sicuro: prima dell'avvento della bicicletta la pianura padana non esisteva né poteva esistere. Inventata la bicicletta fu inventata la pianura padana.
Quando fui inventato io (1.5.1908) la pianura padana esisteva già, quindi, sin dal mio primo vagito, io fui e sono padano e ciclista.
Tutto questo non c'entra con quanto voglio narrare: serve soltanto a spiegare come parli così spesso e con tanto compiacimento della bicicletta.
                                                                                         Guareschi"